Sciltian Gregorio

RICHIEDI VALUTAZIONE GRATUITA

WhatsApp  393 3795727 Tel 393 3795727 info@acquistoarte.it

Hai un'opera d'Arte e vuoi venderla?
Acquistiamo opere di questo artista.
Risposte anche in 48 ore!

Gregorio Sciltian

GREGORIO SCILTIAN QUOTAZIONI

Il vasto repertorio artistico di Gregorio Sciltian spazia attraverso un intricato intreccio di dipinti, disegni e litografie, formando un corpus che riflette la sua maestria e la sua profonda connessione con l’estetica settecentesca e il realismo fotografico. L’artista, celebre per la sua abilità nell’affrescare ritratti, principalmente della borghesia italiana, e composizioni di nature morte straordinariamente dettagliate, ha lasciato un’impronta indelebile nell’ambito della pittura figurativa del XX secolo.

L’ispirazione settecentesca che permea le opere di Sciltian si manifesta in una ricca combinazione di stile e sostanza, creando uno spazio in cui l’arte del passato incontra la sua interpretazione unica e moderna. Il suo realismo fotografico, d’altra parte, aggiunge una dimensione di autenticità e dettaglio impressionante, trasportando gli osservatori direttamente nella complessità e nella ricchezza delle sue rappresentazioni.

Tra le sue opere più celebri spiccano i ritratti, testimonianza di una profonda sintonia con la borghesia italiana. Inoltre, le nature morte di Gregorio Sciltian sono particolarmente rinomate per la loro straordinaria bellezza, spesso caratterizzate da un disordine apparente, impreziosite dalla presenza di strumenti musicali e oggetti relativamente rari. Questa combinazione di elementi conferisce alle sue nature morte un’aura di mistero e fascino, contribuendo a renderle opere molto ricercate.

Le tele create dall’artista negli anni ’30 e ’40 costituiscono il cuore delle sue opere più ambite. Le quotazioni di Gregorio Sciltian per i suoi oli su tela spaziano da €2.000 a oltre €20.000. Questa variazione di prezzi è il risultato di molteplici fattori, con la qualità dell’opera, la sua datazione e le dimensioni che emergono come elementi determinanti. I disegni, pur conservando il fascino distintivo dell’artista, godono di stime leggermente inferiori, oscillando tra €500 e oltre €2.000.

Il record di vendita di Gregorio Sciltian, fissato a circa €56.000, è stato raggiunto nel 1992 per un’opera di notevole grandezza (cm 105 x 115), raffigurante una libreria disordinata. Questo risultato eccezionale evidenzia il fascino duraturo e la valutazione del lavoro di Sciltian nel mercato dell’arte.

Tuttavia, è fondamentale sottolineare che le stime fornite sono indicative e dovrebbero essere considerate come un punto di partenza. La valutazione accurata e approfondita di un’opera di Gregorio Sciltian richiede l’attenzione di un nostro esperto, specializzato nella pittura realistica del XX secolo. Solo attraverso questa approfondita analisi, si può comprendere appieno la qualità, il valore e l’impatto storico di ciascuna opera del maestro armeno.

QUOTAZIONI MEDIE:€2.000 - €20.000

Gregorio Sciltian Prezzi e Valori di Mercato

Gregorio Sciltian emerge come una figura di spicco nell’arte italiana del XX secolo, lasciando un’impronta indelebile nelle espressioni artistiche del periodo. La sua partecipazione attiva alle principali esposizioni dagli anni ’30 in poi è il riflesso di una carriera che si è evoluta con uno stile unico e originale, distinguendosi nell’affrontare i grandi temi del Novecento senza soccombere alle mode imposte dalle avanguardie.

L’artista, attraverso la sua straordinaria abilità pittorica, ha saputo coniugare l’ispirazione settecentesca con un realismo fotografico sorprendente. Le sue opere si ergono come testimonianza tangibile di un recupero del Realismo Settecentesco, proiettato con maestria e originalità nel contesto del XX secolo. Gregorio Sciltian ha avuto la capacità di creare ritratti della borghesia italiana e nature morte uniche nel loro genere, riaffermando la sua autonomia artistica e la volontà di sfidare le convenzioni.

L’abilità unica di Sciltian con il pennello si manifesta nell’atmosfera totalmente originale che permea i suoi dipinti. Ogni pennellata sembra narrare una storia, trasmettendo emozioni e catturando l’essenza dei soggetti rappresentati. Le sue opere, in particolare i ritratti e le nature morte, sono espressioni di una maestria tecnica e concettuale che ha conferito all’artista un posto di rilievo nel panorama artistico del secondo dopoguerra.

I valori di mercato delle opere di Gregorio Sciltian sono considerati elevati, attestandolo come uno dei pochi pittori figurativi le cui opere del secondo dopoguerra sono ancora oggi ricercate. Il suo collezionismo è alimentato dalla sua straordinaria abilità pittorica, che si riflette tanto nei ritratti quanto nelle nature morte. È cruciale notare che il soggetto delle opere, specialmente dei ritratti, può giocare un ruolo significativo nella valutazione. Alcuni soggetti, come gli autoritratti, le figure famose o le donne incantevoli, possono essere particolarmente ricercati, mentre altri, come i ritratti di uomini anziani anonimi, potrebbero presentare una sfida maggiore in termini di vendibilità.

Particolarmente ricercate sono le prime opere del pittore armeno, poiché spesso queste prime creazioni testimoniano il germogliare della sua genialità artistica. Con il passare del tempo, i valori di mercato delle opere tendono ad abbassarsi, ma ciò non diminuisce l’importanza della qualità intrinseca di ciascun dipinto. La maestria tecnica, la profondità emotiva e l’originalità dell’opera rimangono sempre fattori di primaria considerazione nella valutazione delle opere di Gregorio Sciltian.

Gregorio Sciltian Valutazione Rapida e Gratuita

Hai l’opportunità unica di scoprire il valore intrinseco dell’opera d’arte di Gregorio Sciltian che possiedi. Il nostro team di esperti è pronto a offrirti una valutazione gratuita e tempestiva per quadri e disegni del rinomato pittore armeno. Siamo impegnati a fornirti un servizio professionale che ti permetterà di comprendere appieno il potenziale valore economico e artistico della tua opera.

Per ottenere una valutazione accurata, ti invitiamo a inviarci foto ad alta risoluzione e ben leggibili del fronte dell’opera, del retro, della firma, e dell’opera da diverse angolazioni. Includi le dimensioni dell’opera e, se possibile, qualsiasi documentazione relativa alla sua provenienza o storia. Questi dettagli ci consentiranno di effettuare una valutazione completa e approfondita.

Puoi contattarci attraverso diversi metodi. Se preferisci la comodità di WhatsApp, inviaci le tue foto e dettagli al numero fornito. Se prediligi l’e-mail, invia i tuoi materiali all’indirizzo e-mail indicato. In alternativa, puoi compilare il modulo di contatto disponibile a fondo pagina sul nostro sito web, assicurandoti di fornire tutte le informazioni richieste.

È importante sottolineare che la nostra valutazione sarà basata su una profonda conoscenza del mercato dell’arte, con particolare attenzione alla corrente della pittura figurativa del XX secolo e, in modo specifico, alla pittura della realtà del secondo dopoguerra. I nostri esperti sono costantemente aggiornati, monitorando attentamente i risultati delle vendite delle opere di Gregorio Sciltian, specialmente focalizzandosi su dipinti ad olio, come ritratti e nature morte, lungo l’intera carriera dell’artista.

Va sottolineato che la valutazione di un’opera d’arte è un processo complesso che richiede l’intervento di esperti del settore. La nostra analisi comprenderà la valutazione della qualità artistica, lo studio del soggetto raffigurato, la datazione dell’opera e l’importanza storica nell’ambito dell’artista o del periodo storico in cui è stata creata.

Con il nostro impegno per l’eccellenza e la professionalità, ti garantiamo una valutazione accurata e trasparente, consentendoti di ottenere una comprensione completa del valore della tua opera d’arte di Gregorio Sciltian. Approfitta di questa opportunità e avvia il processo inviandoci i tuoi dettagli oggi stesso. Entro massimo 24 ore, riceverai la nostra valutazione gratuita e senza impegno, mettendoti sulla strada per comprendere appieno l’importanza e il valore del tuo capolavoro artistico.

Gregorio Sciltian Acquisto e Vendita

Acquistiamo Quadri di Questo Pittore Armeno

Se stai considerando la possibilità di vendere la tua preziosa opera di Gregorio Sciltian, siamo lieti di farti sapere che siamo una galleria d’arte interessata all’acquisto di quadri e disegni dell’artista provenienti da privati. Il nostro impegno è fornire un processo di vendita agevole e riservato, garantendo al contempo la massima privacy in tutte le trattative.

Per iniziare, ti invitiamo a condividere con noi delle foto nitide dell’opera che desideri vendere. Queste immagini dovrebbero comprendere dettagli chiari del fronte dell’opera, del retro, della firma e, se possibile, fornire le dimensioni esatte. Inoltre, eventuali informazioni rilevanti e dettagli sulla storia dell’opera saranno preziosi per una valutazione accurata.

Siamo consapevoli dell’importanza della riservatezza in queste transazioni, e garantiamo che tutte le trattative saranno gestite con la massima riservatezza. Puoi contattarci comodamente tramite WhatsApp, e-mail o compilando il modulo di contatto disponibile nella sezione dedicata sul nostro sito web.

La nostra galleria è guidata dalla competenza di esperti nel campo della pittura figurativa del XX secolo, concentrandoci in particolare sulla pittura della realtà del secondo dopoguerra. Il nostro team è costantemente aggiornato sui prezzi di mercato di opere di Gregorio Sciltian, assicurandoci di condurre trattative equilibrate e convenienti per entrambe le parti coinvolte.

Siamo particolarmente interessati all’acquisto di quadri ad olio di grandi dimensioni, specialmente quelli risalenti ai primi anni di Sciltian. Riconosciamo che il soggetto ritratto nelle sue opere è fondamentale per determinarne il valore e la “commerciabilità”. La valutazione di ciascuna opera sarà eseguita con cura, considerando la sua qualità, la datazione e la sua risonanza sul mercato dell’arte.

Una volta raggiunto un accordo, ci occuperemo personalmente del ritiro e della logistica, avvalendoci di ditte specializzate nel trasporto di opere d’arte per garantire la massima sicurezza.

Gregorio Sciltian In Vendita

Per i collezionisti interessati all’acquisto di opere di Gregorio Sciltian, li invitiamo a contattarci. Saranno benvenuti a visitare la nostra sede, preferibilmente su appuntamento, per esaminare personalmente le opere attualmente disponibili. Inoltre, saranno inclusi nella nostra newsletter, attraverso la quale informiamo mensilmente i nostri iscritti sulle nuove acquisizioni, potendo includere opere di Gregorio Sciltian e di altri pittori figurativi del XX secolo.

Tra le nostre recenti acquisizioni potrebbero figurare anche opere di altri artisti, compresi pittori italiani dell’Ottocento e del XX secolo, o artisti internazionali che hanno lasciato un’impronta significativa nel panorama artistico italiano.

Biografia di Gregorio Sciltian Pittore

Gregorio Sciltian Prezzi

Gregorio Sciltian, nato il 20 agosto 1898 a Nakhicevan, in Russia, da genitori armeni, rappresenta una figura iconica nell’ambito dell’arte del XX secolo. La sua vita e la sua carriera artistica sono intrise di avventure, trasformazioni culturali e una profonda connessione con i movimenti artistici del suo tempo.

Dopo la rivoluzione bolscevica, Sciltian abbandona il suo paese natale e si dirige verso Costantinopoli, da cui si sposta successivamente a Vienna. Qui, intraprende un percorso accademico presso l’Accademia di belle arti, segnando l’inizio di un viaggio che avrebbe contribuito in modo significativo allo sviluppo della sua carriera artistica. Nel 1923, il destino lo conduce in Italia, a Roma, dove stabilisce il suo studio nei pressi di Campo dei Fiori.

Immerso nella vibrante scena artistica della capitale italiana, Gregorio Sciltian si unisce al gruppo di giovani artisti romani. La sua sete di conoscenza lo porta a frequentare assiduamente i musei, affinando la sua sensibilità artistica e sviluppando un linguaggio personale distintivo. Nel 1925, il suo talento emergente è celebrato con la sua prima mostra personale, inaugurata da Anton Giulio Bragaglia e presentata da Roberto Longhi. Questo evento segna l’inizio di un periodo di intensa creatività e di strette amicizie con altri pittori del calibro di Giorgio De Chirico, Giuseppe Capogrossi, Antonio Donghi e Leo Longanesi.

La presenza di Gregorio Sciltian alla XV Biennale di Venezia nel 1925 evidenzia il suo crescente riconoscimento a livello internazionale. L’anno successivo, Parigi diventa la sua tappa successiva, dove partecipa a vari saloni artistici. La galerie Renaissance organizza una risonante esposizione personale per lui, culminando con l’acquisizione del suo dipinto “La fioraia” da parte del Musée de Luxembourg.

Il 1930 segna un altro importante capitolo nella carriera di Gregorio Sciltian, con i Musées royaux de Bruxelles che acquistano il suo dipinto “Marinette” durante una mostra al Palais des beaux-arts. Nel contempo, espone le sue opere in città europee chiave come Liegi, Berlino, Londra e New York, ampliando ulteriormente il suo pubblico e consolidando la sua reputazione internazionale.

Ritornato in Italia nel 1932, Sciltian apre uno studio a Milano, diventando una presenza costante nelle esposizioni artistiche di rilievo, dalle Biennali alle Quadriennali. Nel 1936, il suo talento brilla alla “Mostra degli stranieri residenti in Italia” della XX Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia. Gli anni successivi vedono la sua partecipazione alle Permanenti di Milano e alla Triennale, solidificando ulteriormente la sua posizione di spicco nel panorama artistico italiano.

Il 1947 segna un momento significativo con la firma, insieme a Pietro Annigoni, Xavier e Antonio Bueno, del “Manifesto dei Pittori Moderni della Realtà“. L’obiettivo di questo manifesto è promuovere un’arte legata alla tradizione figurativa, contrastando le correnti dell’informale che stavano emergendo. Questo atto riflette la sua dedizione alla preservazione delle radici artistiche tradizionali.

La XXIV Biennale di Venezia del 1949 e la successiva XXV Biennale di Venezia nel 1950 vedono ancora una volta la partecipazione di Gregorio Sciltian, esponendo opere di grande impatto nella sala XIX del Palazzo centrale. La sua costante presenza nelle Biennali veneziane sottolinea la sua rilevanza continua nel panorama artistico internazionale.

Negli anni Cinquanta, la carriera di Gregorio Sciltian prende una svolta distintiva quando diventa il ritrattista prediletto della grande borghesia italiana. I suoi dipinti ritraggono la bellezza e la nobiltà di questa classe sociale, catturando l’eleganza e la raffinatezza delle persone che dipinge. Questa fase della sua carriera segna una nuova dimensione nell’arte del pittore armeno, che si distingue per la maestria tecnica e la sensibilità nel ritrarre la vita aristocratica.

Verso la fine degli anni Sessanta, Gregorio Sciltian fa il trasferimento definitivo a Roma, città che diventa la sua dimora per il resto della sua vita. Questo periodo rappresenta un’ulteriore fase di maturità artistica, segnata dalla riflessione e dalla consapevolezza delle sue radici culturali. La sua produzione artistica continua a evolversi, mantenendo una coerenza stilistica che si fonde con la sua esperienza di vita e la sua profonda connessione con la storia dell’arte.

Muore l’1 aprile 1985 a Roma.

Gregorio Sciltian Opere – Caratteristiche e Stile

L’opera di Gregorio Sciltian emerge come un caleidoscopio artistico che riflette la maestria e l’originalità di uno dei pittori più significativi dell’arte figurativa del XX secolo. Il suo contributo all’arte è incastonato nella sua capacità straordinaria di maneggiare il pennello e nel suo stile distintivo che si distacca dalle convenzioni dell’epoca.

Il pittore armeno si ispira ai grandi maestri, come Caravaggio, e al Realismo Settecentesco, ma il suo approccio va ben oltre il mero omaggio. Affronta con audacia i grandi temi del Novecento, resistendo alle influenze delle avanguardie che caratterizzano il periodo. La sua opera si presenta come un affresco che trascende le mode del tempo, evidenziando una dedizione all’autenticità e al richiamo della tradizione.

I ritratti e le nature morte costituiscono l’essenza del suo corpus artistico. I ritratti, prevalentemente focalizzati sulla borghesia, divengono una finestra privilegiata sulla società dell’epoca. La maestria di Gregorio Sciltian emerge nella sua capacità di catturare l’essenza dei suoi soggetti, rivelando la complessità delle emozioni umane attraverso pennellate precise e dettagliate. Nel contesto delle nature morte, l’artista introduce una dimensione quasi fotografica, donando vita a composizioni intricate e ricche di elementi che oscillano tra l’ordinato e il caotico.

L’opera di Sciltian è intrisa di un realismo sorprendente, tanto che si avvicina alla definizione di “Realismo Magico“. Questa corrente si manifesta nelle sue opere attraverso un connubio unico tra il reale e il surreale, in cui elementi particolari talvolta soprannaturali si fondono con una pittura dettagliata e quasi iperrealista. L’artista riesce a trasmettere un senso di mistero, imprimendo alle sue creazioni un’aura di magia e meraviglia.

Fedele all’antico, Gregorio Sciltian adotta un gesto tecnico meticoloso, mostrando un’attenzione scrupolosa ai minimi dettagli. Le sue opere si distinguono per atmosfere ordinatamente caotiche e confuse, unendo in modo armonioso elementi di realismo e di enigmatico mistero. Questa fusione di tradizione e innovazione rende la sua opera unica e attraente per gli amanti dell’arte.

Ecco alcuni dei suoi dipinti più noti:

  • L’uomo che si pettina (1925)
  • Autoritratto con la famiglia Bianchi (1925)
  • Messalina (1926)
  • Momento musicale (1930 c.)
  • Strumenti musicali (1930)
  • Ragazzo con cesta (1936)
  • Fiori, maschere e mandolino (1936)
  • Cosmo e microcosmo (1943)
  • La partenza (1944)
  • La lettera d’amore (1949)
  • Viaggio in un’isola misteriosa (1952)
  • Betsabea (1953)
  • Autoritratto giovanile (1955)
  • Sogno di una notte di mezza estate (1957)
  • Il pastorello (1960)
  • Ritratto della sig.ra Elena Sciltian (1966)
  • L’eterna illusione (1966/67)
  • Il risveglio (1970)
  • Il trasteverino (1970)
  • Fecondità e lavoro (1977)
  • Mors atomica (1978)
  • Libreria magica
  • Trompe-l’oeil (Trompe-L’œil)
  • L’atelier dell’artista
  • Maskerade

Gregorio Sciltian Firma

Gregorio Sciltian FirmaGregorio Sciltian QuotazioniGregorio Sciltian Pittore


VALUTA GRATIS E VENDI SUBITO

INVIA UNA RICHIESTA DI VALUTAZIONE

Ricevi una quotazione da Acquisto Arte delle tue opere, compila il modulo e sarai ricontatto!

    I campi contrassegnati da * sono obbligatori

    Richiedi una valutazione GRATUITA

    Siamo esperti commercianti d'arte specializzati nel campo della pittura e della scultura. Offriamo servizi di valutazione gratuita e di acquisto di importanti opere d'arte.

    ×