Emilio Scanavino Quotazioni.

Emilio Scanavino (1922 - 1986)

QUOTAZIONI

Le quotazioni di Emilio Scanavino per i quadri sono in linea di massima dai €1500 ad oltre i €25.000. Il record di vendita del pittore è di circa €140.000 (nel 2018). Le opere più ricercate dell’artista sono i grandi dipinti della fine degli anni ’50 e degli anni ’60. Le quotazioni di Emilio Scanavino per le ceramiche sono mediamente fra €400 e €3000.

N.B: Le stime sono puramente indicative ed andrebbero approfondite con la valutazione gratuita di un nostro esperto

Contattaci per scoprire gratuitamente e senza impegno il valore della tua opera d’arte

VALUTAZIONE GRATUITA

Forniamo stime gratuite su fotografia delle opere d’arte del pittore italiano Emilio Scanavino.

Inviaci delle foto ben dettagliate del fronte dell’opera, del retro, della firma e le dimensioni. 

Whatsapp: +39 3933795727

Mail: info@acquistoarte.it

ACQUISTO CON PAGAMENTO IMMEDIATO

Siamo interessati all’acquisto con pagamento immediato di quadri, dipinti, acquarelli e disegni di Emilio Scanavino.

Garantiamo la massima riservatezza sulle trattative.

Whatsapp: +39 3933795727

Mail: info@acquistoarte.it

BIOGRAFIA

Emilio Scanavino è stato un artista italiano nato a Genova nel 1922. Ha studiato al Liceo Artistico Nicolò Barabino e ha organizzato la sua prima mostra personale al Salone Romano di Genova a vent’anni. Nel 1942 si è iscritto alla facoltà di architettura dell’Università di Milano, ma ha potuto frequentarla solo per un anno a causa della chiamata alle armi nel 1943.

Dopo la guerra, Scanavino ha viaggiato molto a Parigi, dove ha incontrato artisti come Camille Bryen e Wols e ha scoperto il postcubismo e le successive tendenze astratte che stavano emergendo nell’ambiente culturale parigino. Negli anni ’50, ha abbracciato la ceramica come mezzo espressivo e ha stretto amicizia con artisti come Lucio Fontana, Gianni Dova e Roberto Crippa, oltre ai membri del gruppo CO.BR.A., come Sebastian Matta e Wifredo Lam.

Dal 1953, Scanavino ha frequentato il gruppo degli spazialisti di Milano, che aveva come punto di riferimento la Galleria del Naviglio. Successivamente, si è avvicinato al movimento informale, sperimentando nuovi materiali e dando importanza al segno come elemento fondamentale della tela. Il suo stile si caratterizzava per l’alternanza ritmica di pieni e vuoti sulla superficie, che creavano un effetto visivo unico.

Scanavino è morto a Milano il 28 novembre 1986,

Contatti

Collegamenti esterni



    Artisti di nostro maggior interesse:
    Send via WhatsApp