Ercole Drei Quotazioni.

Ercole Drei (1886 - 1973)

QUOTAZIONI

Le opere più stimate dell’artista sono le sculture. Le quotazioni di Ercole Drei per quest’ultime in media sono dai €600 ai €4000. Le dimensioni, la qualità, la datazione sono alcuni degli elementi principali che influenzano la stima di un’opera dello scultore. I quadri possono valere dai €500 ai €1500. Le quotazioni di Ercole Drei per i disegni sono in media di €400/500.

Le stime descritte sono indicative ed andrebbero accompagnate dalla valutazione di un nostro esperto.

Contattaci per scoprire il valore della tua opera d’arte

VALUTAZIONE GRATUITA

Forniamo stime gratuite su fotografia delle opere d’arte di Ercole Drei.

Inviaci delle foto ben dettagliate del fronte dell’opera, del retro, della firma e le dimensioni. 

Whatsapp: +39 3933795727

Mail: info@acquistoarte.it

ACQUISTO CON PAGAMENTO IMMEDIATO

Siamo interessati all’acquisto con pagamento immediato di sculture (bassorilievi, marmi, terracotte, gessi, bronzi e ceramiche), dipinti e disegni dello scultore Ercole Drei.

Garantiamo la massima riservatezza sulle trattative.

Whatsapp: +39 3933795727

Mail: info@acquistoarte.it

NOTE BIOGRAFICHE

È allievo di Domenico Baccaraini alla Scuola di Arti e Mestieri di Faenza, dove nello stesso momento studiano Francesco Nonni e Domenico Rambelli. Nel 1905, all’Accademia di Belle Arti di Firenze, si forma sotto la guida di Augusto Rivalta e Giovanni Fattori, che indirizzano le sue prime prove verso un naturalismo veristico. A seguito della vittoria del Pensionato Artistico Nazionale di Scultura nel 1913 Drei si stabilisce a Roma, iniziando un periodo di intensa attività artistica. Espone alle biennali veneziane e alle mostre della Secessione Romana: le sue opere Brezza, Eva, La Serpe, denotano l’adesione ad un simbolismo di grande eleganza. 

Intorno al 1920 ottiene uno studio a Villa Strhol- Fern grazie all’interessamento dell’amico Socrate, che in quegli anni lo incoraggia ad avvicinarsi alla pittura. Le opere con cui partecipa alle biennali romane e alla Prima Mostra del Novecento a Milano segnano un cambiamento nella poetica di Drei, che approda agli stilemi del Novecento rielaborati in chiave personale.

La figura umana, soggetto privilegiato di tutta la sua ricerca artistica, è caratterizzata da un senso saldo dei volumi accompagnato sempre da un grande equilibrio formale. L’artista si confronta anche con la scultura monumentale realizzando la Quadriga per il Palazzo di Giustizia di Messina, opera di Marcello Piacentini, e alcuni dei bassorilievi per il Ponte Duca d’Aosta a Roma. Artista raffinato, realizza opere d’arte applicata lavorando come ceramista insieme a Melandri, Nonni e Gatti a Faenza. Nel 1940 viene nominato Accademico di San Luca.

Bibliografia: la Famiglia nell'arte; storia e immagini nell'Italia del XX secolo



    Altri Artisti:
    Send via WhatsApp